Questo sito web fa uso di cookies per funzionare correttamente e per raccogliere informazioni in base alle tue preferenze, anche da siti web di terze parti

IDMS - Image detection Monitoring System
Brevetto CNR n° 10005, TO2008A000879 del 26/11/2008

Il sistema nasce con l’intento di monitorare in modo automatico ed in continuo i movimenti di superficie in aree in frana. L’apparecchiatura è costituita da una macchina fotografica digitale di tipo reflex che a seconda delle esigenze può essere abbinata ad un distanziometro laser a lunga portata con funzionamento reflector-less. Per indagare su aree più estese, il sistema è dotato di un sofisticato meccanismo di elevata precisione per la movimentazione automatica della macchina fotografica e del distanziometro laser. Il principio di funzionamento si basa sull’analisi multitemporale di immagini che, elaborate mediante appositi algoritmi, permette di individuare eventuali  spostamenti topografici delle aree indagate. L’eventuale integrazione degli spostamenti così calcolati con le misure di distanza, consente di ricavare il movimento topografico tridimensionale dell’area in frana.

 

 SIA - Sistema Inclinometrico Automatizzato
Brevetto CNR n° 10004, TO2008A000878 del 26/11/2008

Il Sistema Inclinometrico Automatizzato è stato ideato per misurare in modo più preciso ed affidabile gli spostamenti in profondità di un’area in frana e per determinarne la velocità di movimento. L’apparecchiatura, gestita da un PC, è composta da: una sonda inclinometrica biassiale a servoaccelerometro con la novità dell’integrazione dell’elettronica di acquisizione ed immagazzinamento dati; un motore elettrico con encoder di precisione per la movimentazione ed il controllo in continuo della posizione della sonda. Mediante un’apposita programmazione la sonda viene fatta scendere periodicamente nel tubo e fatta risalire con soste per le misure a quote prefissate. I dati vengono acquisiti e memorizzati dall’elettronica a bordo della sonda ed al termine del ciclo di misura vengono trasmessi in modalità wireless (altra novità) all’unità centrale che provvede alle elaborazioni. Ciò comporta l’eliminazione del costoso cavo di collegamento sonda-unità centrale di grande sezione e particolarmente soggetto ad usura (per il numero elevato di cicli di misura). Queste importanti migliorie tecnologiche hanno portato ad una notevole riduzione degli ingombri, del peso e dei consumi con conseguente possibilità di alimentazione mediante pannelli fotovoltaici e batteria tampone. Il sistema è inoltre predisposto per il controllo a distanza  ed è possibile impostare soglie di allertamento/allarme anche sulla base delle velocità di movimento registrate. 

 

 © 3DA - Threedimensional Displacement Analysis
S.I.A.E. registration number 008339, 30/03/2012. CNR Ref. 10201

Si tratta di un software ideato e sviluppato dal GMG, il quale produce mappe tridimensionali interpolanti dei risultati di misure puntuali in una data regione di interesse. Il 3DA fornisce indicazioni aggiuntive sull’intensità e direzione del movimento superficiale, proiettate su una fotografia o una rappresentazione realistica 3D dell’ambiente. Inoltre, 3DA riconosce il superamento di soglie di allerta, a fronte del quale agisce secondo operazioni predefinite, ad esempio innescando l’invio di messaggi di warning e/o allarme.